Cauta riapertura

Tante volte durante la mia personale pratica mi sono trovato ad affrontare difficoltà pratiche, terreni instabili e spazi limitati. Mai come ora però, le limitazioni si sono accumulate e indispettiscono me come gli allievi: la necessità cautelativa imposta dopo l’emergenza SARS-2 ha inibito molti studenti i quali aspetteranno la prossima stagione, minando anche l’ultimo mese possibile di pratica o migrando verso corsi alternativi. Leggi tutto “Cauta riapertura”

Momenti storici

Sono passati anni da quando nel lontano 2008 conobbi coloro che sarebbero poi diventati i maestri a cui porto maggior rispetto.  L’esperienza ha lasciato grandi ricordi di conoscenza e maestria sotto ogni punto di vista, portando ad un livello superiore ogni mia aspettativa di miglioramento.

Ho compreso molte cose che davo per scontate e messo nel bagaglio tecnico molto di più di ciò che volevo provare. Ho capito che le cose ascoltate e comprese davvero hanno un altro sapore e che avere a disposizione persone che ti rendono parte di questo modo di apprendere è proprio un altro modo di praticare.

Messe da parte le tecniche che credevo apprese, ho iniziato un lungo processo di rivalutazione e messa in discussione di ogni movimento e realizzazione di gesti tecnici. Perchè è proprio vero che non si smette mai di imparare e io sono piuttosto cocciuto e voglio sbatterci la testa. Ci ho messo del tempo, ma credo di avere raggiunto un nuovo stadio di pratica.

Così, malgrado questo anno ci abbia spezzato a metà a causa della pandemia globale e del fermo degli allenamenti, faccio una disamina del percorso fatto. Rivedo vecchi video degli esordi, delle abitudini, degli allenamenti e dei (molti) programmi tecnici  che hanno segnato il progresso dlla pratica mia e dei miei allievi.

E più guardo indietro e più vedo la giusta direzione di ciò che andavo cercando. Adattamento, profondità, sensibilità si sono susseguite portando a volte benefici e altre volte difficoltà maggiori, confusione. Anche questo è praticare.

S. Savoldelli shihanke

#iorestoacasa – emergenza 2020

Anche se da settimane siamo chiusi in casa per l’emergenza nazonale, e so bene che molti non sono in grado di inventarsi nuove attività da svolgere, ho pensato che fosse importante trovarsi per imparare qualcosa e “seminare” un poco di pratica comune. Leggi tutto “#iorestoacasa – emergenza 2020”

Difesa personale o Autodifesa?

Sono passati davvero molti anni da quando conducevo corsi di difesa personale per le circoscrizioni cittadine.  Erano i tempi in cui bastava essere un minimo preparati e il bullismo, in ogni sua forma, non era ancora così largamente diffuso e/o le aggressioni non erano notizia quotidiana. Ho smesso proprio quando i corsi di questo genere hanno avuto uno sviluppo spropositato e inutile. Leggi tutto “Difesa personale o Autodifesa?”

Il Giappone antico nell’opera di Felice Beato

Felice Beato è un fotografo italiano e britannico che ha operato soprattutto nella seconda meta dell’ottocento in Oriente. In un periodo in cui la fotografia muoveva i primi passi, Beato si affermò soprattutto documentando situazioni di conflitto nei vari teatri di guerra internazionali. Scattò in India durante le ribellioni del 1857, nella guerra di Crimea e in Cina durante le guerre dell’Oppio. Il suo lavoro viene considerato come uno dei primi esempi di fotogiornalismo e di reportage di guerra.

Leggi tutto “Il Giappone antico nell’opera di Felice Beato”